Notizie al volo:
ci trovate su FB Agesci - Zona di Carpi
Dal 1 al 10 Agosto ROUTE NAZIONALE BRANCA RYS
seguiteci su Twitter @agescicarpi
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed

Attività

In questa parte del sito trovate la cronaca delle attività della Zona: riunioni di branca, assemblee e convegni, eventi, ecc...

Raccontare Gesù con noi stessi per camminare con Lui sulla pista e sul sentiero

Image"
La Caccia/Volo per capi di zona è una tappa da anni ormai consolidata e perciò molto importante nel cammino proposto. Quest’anno si è svolta a Casa Tassi di Medolla il 21 e il 22 Novembre 2009. Abbiamo trascorso due giorni molto intesi, dove le attività proposte e gli argomenti trattati sono stati accolti con sincero interesse dai capi. E’ stato anche un momento privilegiato per conoscersi meglio, per confrontarsi, per giocare e stare bene insieme. Il cuore dell’uscita, dal quale sono ruotate tutte le varie attività proposte, e stato: la presentazione e l’inizio dei “lavori” sulla Proposta Unitaria di Iniziazione Cristiana per gli L/C (progetto realizzato da una pattuglia su mandato della zona). Nel corso dell’uscita siamo arrivati a questo progetto attraverso alcune fasi. Nella prima parte del sabato abbiamo trattato la figura di Dio che si rivela all’uomo narrandosi, Gesù che narra Dio attraverso la Sua vita e la Chiesa che narra Gesù attraverso l’Anno Liturgico. La sera del sabato è stata dedicata principalmente al deserto, con tema: “Il Capo narratore di se stesso”; è stato un momento personale molto intenso che avrebbe avuto bisogno di molto più tempo rispetto a quello dedicato effettivamente. Nella prima parte della mattinata di domenica abbiamo scoperto la figura del capo che narra agli altri attraverso i racconti Giungla e Bosco. Si è cercato poi di trovare un filo conduttore che unisse il tutto, e cioè: narrare Gesù attraverso l’Anno Liturgico con i racconti Giungla e Bosco, per capire se questo metodo per far vivere la catechesi in branco e in cerchio era chiaro e se poteva essere funzionale. Tutto ciò ci è servito per poi poter presentare il Progetto di Iniziazione Cristiana più nel concreto. L’uscita si è conclusa con la S. Messa in parrocchia, animata da noi in maniera pregevole, e con gadget, abbracci e saluti. Come già detto all’inizio, è stato un momento privilegiato che speriamo sia stato di aiuto per approcciarsi col tema dell’Iniziazione Cristiana in AGESCI con meno timore, e anche per creare un buon clima di famiglia felice tra di noi, fondamentale per avere un gruppo di capi uniti che possano vivere bene la zona, le proprie comunità capi e i propri branchi e cerchi. Le presenze non sono state molto numerose, ma siamo sicuri che ci ha partecipato porterà agli altri le esperienze e le emozioni vissute. Ringraziamo e abbracciamo tutti i capi che hanno partecipato all’evento e il noviziato del Carpi 4 che ha fatto un ottimo servizio deliziandoci con la preparazione di ottimi pasti. Buona Caccia e Buon Volo

Uscita Partenti 2009

Non poteva esserci incipit migliore: l'avventura mattutina di questa esperienza si è rivelata subito come un ottimo modo per cominciare a fare conoscenza: Un prodigioso intervento Divino(?) ci ha permesso di girovagare tra i monti della zona di Polinago donandoci l'opportunità irripetibile di far emergere "vizi e virtù" di ognuno di noi. Dalla "sgambata" ne è uscito un vero gruppo. All'escursione mattutina si sono susseguiti confronti fomentati e indirizzati dagli interventi profondi e mai scontati di Don Flavio e dei capi presenti. Accompagnati verso la partenza da risate infinite, ottimi pranzi e bellissime "pause caffè" davanti al camino abbiamo maturato consapevolezza e risolto dubbi riguardo le nostre scelte future, prima fra tutte la tanto famigerata Partenza. Un grazie sontuoso spetta a tutti coloro che hanno reso possibile un esperienza venusta come questa.

Uscita di Zona per Capi E/G

Come ormai tradizione, anche quest'anno i capi della branca E/G della zona di Carpi si sono ritagliati due giorni per fare un'uscita tutta per loro. Informati con grande anticipo del luogo e del programma dell'uscita (ogni mail rimandava a una futura altra comunicazione..) ci siamo ritrovati nella ridente Dragoncello, vicino a Poggio Rusco (MN). Nonostante le difficoltà nel trovare il luogo siamo stati accolti, quasi puntualmente, da due esploratori che ci hanno diviso in sq. e hanno prontamente controllato il nostro equipaggiamento per l'avventura che ci attendeva: raggiungere, appiedati, la chiesa e la canonica di Stoppiaro, dove avrà la sede il reparto Arcobaleno del Poggio Rusco 1 e dove avremmo dormito. Scarponi, pila, gavetta, QdC con biro, coordinanometro (a cosa è servito poi??) che dire.. ovviamente le cose che mancavano all'appello erano tante.. ma poteva anche andare peggio! Come nella migliore tradizione scout ci siamo incamminati in mezzo alla strada, a branco, al buio e senza luci, fino a quando non siamo incappati in alcuni segnali che hanno messo a dura prova la memoria in materia di messaggi cifrati. Raggiunta la meta ci siamo riscaldati con un bel “scalpo con basi” dove abbiamo fatto chiaramente intendere ai nostri IABS che non capivamo le regole e che la competizione può sempre far perdere la testa come, poco più tardi, durante la gara di pioneristica quando pochi ma irriducibili hanno terminato la loro costruzione molto dopo il tempo massimo, a discapito dell'inizio della S. Messa. Un po' di discussione su come far vivere (al) meglio questo momento ai nostri ragazzi, cena e fuoco di bivacco, poi tutti a nanna a un orario sconveniente! La mattina ci ha visto pronti ad affrontare tre laboratori: sicurezza in cucina al campo, costruzione di un aquilone e realizzazione di un cucchiaio in legno. Pranzo trappeur e relativo utilizzo di un coltello e un piatto ogni 10 persone sì e no per non dover lavare molto dopo (“Non si mangia dal pentolone! Ognuno deve mangiare nella sua gavetta!!” ..quante volte lo si dice??). Verifica veloce e poi a casa, meditando su cosa e come riproporre alcune attività, alcuni spunti, ai nostri reparti che ahimè dopo appena una settimana ci attendono di nuovo in veste di capi seri (ma non troppo!!) Il tutto vissuto con uno spirito simile ma allo stesso tempo diverso da quello dei ragazzi: per imparare, per ricordare, per confrontarsi e per prendere spunto, per il “saper fare”. Per stringere legami tra noi capi, per capire le differenze e le realtà dei vari gruppi, per venirci incontro in futuro (arriverà lo scoutball anche quest'anno no??). Per vivere per una volta le emozioni che proponiamo ai ragazzi che la Co.Ca. ci affida. Ringraziamo Don Flavio, la pattuglia EPC, Matteo e Daniele Diacci e, naturalmente, Marco e Simona per avere sopportato questa trentina di capi che, giocando a fare i ragazzi, hanno raggiunto una piccola meta della loro formazione di adulti.

Messaggio del Vescovo all' Assemblea di Zona

"Sento subito l'esigenza di ringraziarVi della Vostra disponibilità a prestare il servizio di Capi Agesci, donando molto del Vostro tempo, della Vostra esperienza, della Vostra fantasia con passione e amore per i ragazzi...".
E' disponibile l'intero messaggio di S.E.Mons.Tinti all'Assemblea di Zona.

Consiglio di Zona

Il prossimo Consiglio di Zona è confermato per Lunedì 23 Novembre 2009 ore 21,00.
Cambia però il luogo: ci troveremo infatti presso la Parrocchia del Corpus Domini, e non a Limidi come programmato in un primo momento.
AGESCI Zona di Carpi - 2012